CHIUDIAMO I CICLI DEI MATERIALI

 

L'edilizia sostenibile deve tenere conto di tutte le fasi di vita di un edificio: dalla progettazione, alla costruzione e all'utilizzo, fino alla decostruzione e al riciclaggio. La chiusura del ciclo dei materiali da costruzione è quindi sempre al centro dello sviluppo dei nostri prodotti. Nel settore del riciclaggio dei materiali da costruzione, ad esempio, stiamo costantemente ampliando le nostre capacità e diamo una seconda vita ai rifiuti provenienti dalla decostruzione degli edifici, trasformandoli in nuovi materiali da costruzione. Uno dei grandi vantaggi del calcestruzzo è la sua riciclabilità infinita, che lo rende un prodotto ideale per lo sviluppo di un'economia circolare.

IL NOSTRO CONTRIBUTO ALL'ECONOMIA CIRCOLARE

Utilizzo di materie prime alternative

Conserviamo le materie prime naturali utilizzando materiali alternativi nella produzione. In questo modo, realizziamo prodotti a basso consumo di risorse, come il cemento Susteno o i calcestruzzi Evopact.

Utilizzo di carburanti alternativi

La produzione di cemento è un processo ad alta intensità energetica. Dove possibile, sostituiamo i combustibili fossili con combustibili alternativi, come l'olio di scarto o i pneumatici usati. Holcim Svizzera risparmia ogni anno circa 150.000 tonnellate di CO2 riciclando 160.000 tonnellate di rifiuti industriali combustibili al posto dei combustibili fossili.

Progetti di riferimento

Calcestruzzo sostenibile per l'HSG Learning Center

Nel 2022, l'Università di San Gallo ha inaugurato nel suo campus un luogo di riflessione e di lavoro che consente nuovi tipi di apprendimento e collaborazione: l'HSG Learning Center. A causa dell'architettura in filigrana, delle numerose superfici in calcestruzzo esposte e degli aspetti ambientali, i requisiti del calcestruzzo erano estremamente elevati. Il cliente si è affidato, tra l'altro, a un prodotto innovativo di Holcim Svizzera che consente di completare il ciclo dei materiali: il calcestruzzo EvopactPLUS, che conserva le risorse e riduce le emissioni di CO2, e il calcestruzzo EvopactZERO, neutrale dal punto di vista climatico.

Chiudere i cicli dei materiali – l’esempio del tunnel di Arosa

La ristrutturazione del tunnel di Arosa rappresenta un buon esempio di economia circolare regionale: durante la ristrutturazione del tunnel lungo 300 metri della Ferrovia retica, viene prodotta una grande quantità di materiale di scavo contaminato, che trattiamo nel cementificio Untervaz e alimentiamo nella produzione di cemento come materia prima alternativa. Il cemento prodotto a Untervaz viene riutilizzato nel tunnel di Arosa e così il ciclo del materiale da costruzione si chiude.

Recupero dei fanghi provenienti da pozzetti stradali

I fanghi dei pozzetti stradali sono i rifiuti prodotti durante la pulizia delle strade da parte delle spazzatrici. Questo materiale altamente inquinato non può essere normalmente lavorato. In collaborazione con le autorità cantonali dell'Argovia e la cementeria di Siggenthal, Geocycle ha sviluppato una soluzione per riciclare la frazione fine del trattamento dei rifiuti della pulizia stradale.

Neue Plastrec AG

Insieme al nostro partner gestiamo un impianto di lavorazione della plastica presso il sito di Würenlingen per la conversione ecologica e sostenibile dei rifiuti commerciali e industriali in combustibili sostitutivi. Il riciclaggio a valle di tutti i materiali di scarto della cementeria consente di ottenere il massimo beneficio ambientale e di risparmiare circa 30.000 tonnellate di CO2 all'anno.