Promuovere la strategia per il clima con l'energia solare


2 Febbraio 2022


Holcim sta perseguendo un'ambiziosa strategia di sostenibilità e sta riducendo le emissioni di CO2 lungo l'intera catena del valore. L'uso di energia rinnovabile, da impianti fotovoltaici e di recupero del calore, è una parte essenziale di questa strategia globale di riduzione di CO2: un totale di altri cinque nuovi impianti fotovoltaici saranno messi in funzione fra la fine del 2021 e l'inizio del 2022.


Come parte della strategia globale sul clima e per ridurre le emissioni di CO2, Holcim utilizza dal 2019 il 100% di energia elettrica rinnovabile in tutti i siti. Inoltre, Holcim si è posta l'obiettivo di produrre una parte significativa del proprio consumo di elettricità in Svizzera e in Italia presso i propri siti entro il 2030. Per raggiungere questo obiettivo, utilizziamo il calore residuo dei nostri forni rotativi per azionare delle turbine che generano elettricità da un lato, e l'energia solare, che viene generata con impianti fotovoltaici, dall'altro. Come spiega Lorenzo Silvani, specialista dell'energia di Holcim Svizzera: "Gli impianti solari e di recupero del calore ci permettono di approvvigionarci di energia rinnovabile direttamente dai nostri impianti e di risparmiare sulle emissioni indirette". 


Energia solare​ dai tetti dei nostri stabilimenti

"Con i sistemi fotovoltaici installati, produciamo energia elettrica sfruttando superfici libere nelle nostre fabbriche e, quindi, generiamo elettricità senza emettere  CO2", continua Silvani. Oltre agli impianti fotovoltaici esistenti a Brunnen, Birsfelden ed Éclepens, da dicembre 2021 sono in funzione altri due impianti fotovoltaici nei nostri impianti di betonaggio a Morges e Manno. Altri impianti, negli stabilimenti di aggregati di Kirchberg, Hüntwangen e Mülligen, entreranno in funzione nel primo trimestre del 2022. Così come faràil più grande progetto fotovoltaico di Holcim Svizzera fino ad oggi, con 6.700 moduli solari installati a partire dall'autunno scorso su una superficie totale di 12.000 m2 nel cementificio di Siggenthal. Holcim sta costruendo e gestendo gli impianti insieme a fornitori di servizi energetici.


Energia rinnovabile per la produzione di cemento e calcestruzzo

I sistemi fotovoltaici, equipaggiati con cosiddetti inverter, trasmettono l'energia generata alla rete energetica dell'impianto. La parte di energia prodotta che non viene consumata dall'impianto stesso, viene immessa nella rete elettrica svizzera. Holcim produce già una quantità considerevole di energia solare. I cinque nuovi impianti genereranno un totale di circa 1000 megawattora (MWh) di elettricità all'anno, che è equivalente al consumo annuale di elettricità di circa 200 famiglie. L'impianto fotovoltaico dell'impianto di aggregati di Brunnen, che è entrato in funzione nel 2019, produce circa 150 MWh di elettricità all'anno, inoltre i due impianti della cementeria di Eclépens producono circa 730 MWh all'anno. Gli impianti di Siggenthal hanno, invece, una potenza totale installata di 2,4 megawatt picco (MWp), che potrebbe fornire circa 500 famiglie con elettricità rinnovabile per 365 giorni.

Sulla strada verso l'obiettivo di materiali da  costruzione con emissioni nette di CO2  pari zero, sono previsti ulteriori progetti in varie sedi Holcim in Svizzera e in Italia.

Contatto per i media

Il nostro team per le relazioni con i media è a disposizione per rispondere alle domande dei media.

Telefono: 058 850 68 48
E-Mail: communications-ch@holcim.com

L'impianto fotovoltaico nell'impianto di ghiaia di Hüntwangen sarà messo in funzione nel primo trimestre del 2022, insieme ad altri quattro nuovi impianti.

L'impianto fotovoltaico Morges

L'impianto fotovoltaico Plastrec Siggenthal