Utilizzo del calore residuo per risparmiare energia

 

In un forno da cemento la temperatura si assesta costantemente sui 1450°C. Nel processo di combustione si genera pertanto una grande quantità di calore residuo, in parte direttamente nel forno, in parte nel processo di raffreddamento del clinker combusto. Utilizziamo il calore così sprigionato per raggiungere un più elevato livello di efficienza energetica e un migliore bilancio climatico nei nostri stabilimenti.

Maggiori informazioni

Cadcime

Fernwärme Siggenthal AG

La partnership industriale Cadcime tra il nostro cementificio di Eclépens insieme ai rispettivi comuni limitrofi di Eclépens e La Sarraz e il fornitore di energia Romande Energie offre un contributo all’ambiente particolarmente importante. Il calore residuo del forno rotante viene raccolto in una rete di teleriscaldamento che in inverno fornisce calore a circa 500 abitazioni unifamiliari e a diverse aziende della zona. Da qualche tempo, l’energia può essere impiegata anche in estate per il raffreddamento del nuovo centro postale.

 

Nel cementificio di Siggenthal il calore residuo viene riutilizzato in diversi modi, ad esempio per essiccare i fanghi di depurazione provenienti dal vicino IDA di Untersiggenthal, che riutilizziamo come combustibile alternativo al posto del carbone.  Inoltre utilizziamo il calore residuo per preriscaldare il materiale grezzo che, in tal modo, all’ingresso nel forno presenta già una temperatura più elevata consentendoci di utilizzare meno combustibile. Allo stesso tempo alimentiamo la rete di teleriscaldamento della Fernwärme Siggenthal AG. 
 
Il cementificio di Untervaz è il primo stabilimento al mondo del Gruppo LafargeHolcim a impiegare un procedimento innovativo per l’utilizzo del calore residuo, che viene utilizzato per alimentare una turbina e generare così energia elettrica. Ogni anno vengono prodotti circa 15 milioni di chilowattora di energia elettrica neutra in termini di impatto climatico. Il cementificio di Untervaz può così soddisfare fino al 20% del proprio fabbisogno complessivo di elettricità.