Calcestruzzo riciclato: Ginevra è all’avanguardia

12 Gennaio 2021

Sempre più cantieri ginevrini scelgono la gamma di calcestruzzi riciclati proposta da Holcim. Ricavati da materiali di demolizione edilizia, questi prodotti sostenibili sono realizzati con granulati trattati alla SRREC di Satigny. Ecco una panoramica su queste soluzioni che sollevano sempre di più l’interesse dei protagonisti locali del settore edilizio.

 

1350 alloggi ripartiti in 30 edifici su una superficie di circa 160 000 m2: il nuovo quartiere Vergers è un cantiere davvero imponente. Tuttavia, l’aspetto che contraddistingue il progetto edilizio di Meyrin è un altro: l’attenzione alla sostenibilità. In una società che pone sempre più l’accento sulla responsabilità ambientale, è essenziale impiegare materiali edilizi che preservino le risorse. Ecco perché i calcestruzzi riciclati di Holcim sono risultati perfetti per realizzare gli spogliatoi del centro sportivo del nuovo quartiere. 

L’occhio vuole la sua parte
“L’impiego di una percentuale significativa di calcestruzzo riciclato era uno dei requisiti del capitolato d’oneri stilato dal comune di Meyrin in qualità di committente”, ci rivela Sébastien Lebailly, responsabile del progetto presso Cuenod Constructions. Per questo, l’impresa edile incaricata del progetto ha deciso di affidarsi alle soluzioni e all’esperienza che Holcim vanta in questo settore. Per la realizzazione degli spogliatoi sono serviti 400 m3 di calcestruzzo a vista riciclato. Il risultato è all’altezza delle aspettative del cliente: “Un vero successo, sia in termini di realizzazione che di estetica”, constata con soddisfazione Sébastien Lebailly. “Non si nota alcuna differenza rispetto al calcestruzzo a vista non riciclato”. 

Rispetto delle risorse 
Eppure, questi prodotti sostenibili sono realizzati con granulati ottenuti dalla demolizione edilizia. Il calcestruzzo sostenibile è frutto dell’intensa collaborazione tra Holcim Svizzera e Implenia, unite alla guida dell’impianto di trattamento dei rifiuti SRREC (Société Romande de Recyclage) di Satigny. 

Tuttavia, questo progetto è anche il risultato della stretta collaborazione con il centro d’innovazione di Holcim, che è riuscito a mettere a punto un prodotto con caratteristiche identiche al calcestruzzo standard in termini di durata, resistenza e granularità. “Il fatto che i clienti scelgano questi prodotti sostenibili per progetti edilizi importanti è un segnale forte a favore dell’economia circolare”, commenta soddisfatto Romain Roger, responsabile della regione di Ginevra per Holcim Svizzera.

Resistenza assicurata
Il calcestruzzo riciclato è pronto a decollare: essendo stato anche inserito tra i calcestruzzi classificati, ora può essere utilizzato per partecipare a gare d’appalto di svariati tipi. Anche per realizzare il nuovo edificio di 15 piani “Alto Pont-Rouge” adibito a uffici, Implenia ha optato per un calcestruzzo classificato Holcim ottenuto da materiali riciclati. Per Holcim si tratta di una prima assoluta nella regione, che crea prospettive interessanti per questa gamma di materiali edilizi sostenibili. 

 
Sportzentrum Vergers in Meyrin
Centro sportivo des Vergers à Meyrin

 

Projekt Alto-Rouge in Lancy
Progetto Alto-Rouge a Lancy (foto: brodbeck roulet architectes associés sa)