Cemento Holcim rispettoso delle risorse per un progetto di ricerca sostenibile: straordinario prototipo al World Economic Forum

22 Gennaio 2019

In occasione del WEF di Davos, presso il padiglione del Politecnico federale di Zurigo alcuni ricercatori guidati dal docente di architettura Philippe Block hanno mostrato grazie a un prototipo come l’utilizzo di elementi di copertura fabbricati in modo digitale e attivi dal punto di vista termico, se installati negli edifici, possano avere un impatto positivo sulle risorse naturali e contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra. Un’innovazione firmata Holcim costituisce il cuore del sottile strato di cemento del prototipo: l’innovativo cemento Susteno 3R che rispetta le risorse.

 

L’aumento delle emissioni di gas serra e la scarsità di risorse naturali spingono architetti e ingegneri edili a riconsiderare la gestione dei materiali edili. Nel quadro dell’edilizia, tecnologie per costruzioni in cemento efficienti dal punto di vista dei materiali vantano un grande potenziale: capitanato dal Prof. Dr. Philippe Block, il Block Research Group, operativo presso l’Institute of Technology in Architecture del Politecnico federale di Zurigo, ha realizzato un sistema funzionale integrato di coperture per pavimenti e soffitti con una struttura in cemento leggera.

Tale sistema consente di ridurre notevolmente l’utilizzo di risorse naturali e, grazie al sistema di raffreddamento e riscaldamento integrato, contribuisce al contempo a una netta diminuzione del fabbisogno energetico di un edificio. Il prototipo di questi leggeri elementi di copertura sarà esposto nel padiglione del Politecnico federale di Zurigo in occasione del WEF di Davos.

 
cblock research group eth zurich andrei jipa 1
Esposizione del prototipo del sistema funzionale integrato per pavimentazioni e soffitti
presso il WEF. (©Block Research Group ETH Zurich Andrei Jipa)

Il nuovo cemento chiude il ciclo naturale dei materiali

Forte di una ricetta appositamente sviluppata per ottenere un calcestruzzo semplice da applicare e autolivellante, anche Holcim contribuisce al progetto del Block Research Group. “La struttura sottile degli elementi di copertura pone delle sfide non indifferenti al calcestruzzo, che deve essere abbastanza liquido per riempire completamente la cassaforma e, al contempo, soddisfare i massimi requisiti”, illustra Thomas Schmidt, Head Building Segment presso Holcim Svizzera.

Parte integrante del calcestruzzo è l’innovativo cemento Susteno 3R, unico prodotto del suo genere in Svizzera che rispetta le risorse. Con il Susteno 3R, Holcim presenta pertanto al World Economic Forum un’ulteriore innovazione nella gestione sostenibile dei materiali edilizi. Grazie al riutilizzo di prezioso granulato misto trattato proveniente da progetti di smantellamento, Holcim è riuscita a creare per la prima volta in assoluto un cemento che soddisfa tutti gli aspetti del ciclo naturale dei materiali.

In tale contesto il prototipo conferma che, in termini di resistenza, il calcestruzzo sostenibile ricavato dal Susteno 3R è perfettamente in grado di rispondere alle esigenze dell’ingegneria edile, esattamente come altri calcestruzzi da costruzione.

 
cblock research group eth zurich matthias rippmann 2 1
Elemento fondamentale delle parti in cemento del prototipo è il cemento Susteno 3R
di Holcim, prodotto nel rispetto delle risorse. (©Block Research Group ETH Zurich
Matthias Rippmann)

Ricetta del calcestruzzo con Susteno 3R per HiLo

In collaborazione con il Block Research Group del Politecnico federale di Zurigo, Holcim desidera avvalersi del cosiddetto design misto, ossia la composizione del Funicular Floor Prototype per le parti in calcestruzzo presentate in occasione del WEF, anche per gli elementi di copertura del progetto HiLo. HiLo è un sistema di pavimentazione in calcestruzzo ultrasottile e altamente ondulato per il centro di ricerca e innovazione di Empa ed Eawag (NEST), il cui avvio è previsto per la primavera del 2019.
 
 
 
 

Making of: Functionally integrated funicular floor

Questo prototipo mostra un pavimento ultra-leggero, prefabbricato e rinforzato, utilizzando Holcim-Cement. Il pavimento è integrato funzionalmente utilizzando un efficiente sistema ibrido di raffreddamento e ventilazione. Viene realizzato utilizzando stampi di stampa 3D all'avanguardia.

 

Informazioni su Holcim Svizzera

Holcim (Svizzera) SA è uno dei principali produttori di materiali da costruzione svizzeri e fa parte della società LafargeHolcim Ltd., attiva su scala globale. Il core business è costituito dalla produzione di cemento, aggregati e calcestruzzi e dai relativi servizi. L’azienda occupa circa 1200 collaboratrici e collaboratori presso 55 sedi e dispone di tre cementifici, 16 centrali aggregati e 36 impianti di calcestruzzo. Grazie a questa diffusione locale l'azienda è in grado di soddisfare diverse esigenze in modo rapido, flessibile e individuale ed elaborare soluzioni su misura per i settori dell’ingegneria edile, civile e delle infrastrutture.

La nostra rete globale, l’esperienza pluriennale e l’elevato standard di qualità ci rendono un’azienda di prim’ordine e fornitore prediletto di materiali da costruzione. Riteniamo che la nostra azienda sia leader di settore per quanto concerne soluzioni di edilizia sostenibile e innovazione; siamo inoltre un datore di lavoro equo che si impegna per la sicurezza dei propri collaboratori e collaboratrici e accoglie con favore la diversità.

Holcim Svizzera fa proprio il principio di un utilizzo responsabile delle risorse naturali nell’intera catena di creazione del valore. Ove possibile, l’azienda impiega i materiali residui come materie prime e combustibili alternativi e predilige i prodotti che constribuiscono a migliorare l’equilibrio ambientale.

 
Contatto per i media

Contatto per i media

Il nostro team per le relazioni con i media è a disposizione per rispondere alle domande dei media. 


Christine Moser

Communications
Hagenholzstrasse 83
8050 Zürich

+41 79 255 00 13

christine.moser@lafargeholcim.com

 

HiLo

Il progetto HiLo si concentra sull’applicazione di prodotti altamente prestanti – (Hi = high performance) e con ridotto impatto ambientale (Lo = Low energy and low carbon footprint) – nella realizzazione di strutture estremamente leggere ed efficienti dal punto di vista delle risorse, nonché nei processi di fabbricazione.

Tre gruppi di ricerca dei PF sono coinvolti nel progetto: Gruppo di ricerca Block, Prof. Dr. Philippe Block / Architettura e sistemi costruttivi, Prof. Dr. Arno Schlüter / Tecnologie digitali per l'edilizia, Prof. Dr. Benjamin Dillenburger.